01110110

[030910_1546]

Posted in [Weltanschauungen], [Weltbild fragmenta] by valez on 07/09/2010

breve annotazione su di un’eventuale scrittura del dio [*].

 

nell’inumano peso della vita, si nasconde la sua stessa bellezza.

 guarda il mondo che, estatico, ti si offre senza timori. nel volo degli uccelli, nel sole che sorge, nelle nuvole ormai basse non vi è traccia del dio che hai cercato per così tanti anni. tutto il creato si è dato nell’istante in cui sei riuscito a coglierlo, inebriandotene.

davanti ad una tale grandezza ingiustificata, una profonda vertigine ti investe. è quella vertigine a celare il senso della vita. ed è esso stesso, ancora una volta, il suo più grande peso.

 

[*]
[cfr. j.l. borges, la scrittura del dio, in “l’aleph”, 1952.]

 

Annunci

[300610 2004]

Posted in [Weltanschauungen], |mit muzik| by valez on 30/06/2010

a midrange [1.] liturgy

 

è l’istinto che spinge la formica ad avanzare tra ciottoli e sabbia, vita e sopravvivenza in un infallibile flusso di movimento. tu, uomo, che provi invidia per la semplicità della sua esistenza – così vuota, a tuo dire, di pensieri – dimentichi quanto sia un continuo affronto allo stesso esistere spingere un granello di sabbia che è il doppio rispetto al peso del tuo corpo.

rifletti sulla crudeltà di una semplice vita istintuale e sii, perciò, fiero dei tuoi dolori. quando questi finiranno, la formica non avrà ancora smesso di farsi trascinare dalla Necessità.